martedì 20 luglio 2010

Posta del cuore cercasi

Quante volte "dopo" si vorrebbe scappare, rinchiudersi in casa, lontano da tutto, abbrutirsi a furia di televisione e cibo non sano. Dire. "Adesso basta, ma per sempre!".
Sono fuori dai giochi. Io non ci voglio riprovare mai più.
Non voglio illudermi mai più.
Ad una certa età quando ormai le delusioni non si contano, quando si, ci hai fatto il callo ma i calli fanno male non lo sapete?, quando ti sei scottata così tante volte che la speranza non sai neanche come si scrive, vorresti solo mettere in in freezer il cuore e la mente (con 'sto caldo!)e non pensarci più, mai più!

E ripercorri le tappe. Le volte, poche, che hai pensato "è quello della mia vita", quando puf! colpo di fulmine hai avuto la sensazione che quello che stavi cercando da sempre era lì solo per te, che era come averlo sempre conosciuto, quella metà ideale persa e ritrovata. Un sogno che si avvera e che come sogno scompare all'improvviso senza spiegazione, senza plausibile ragione.
Oppure quelli "tanto per" provarci che non si sa mai, non mi piace ma potrebbe cambiare, per passare il tempo. Le sfumature sono tante.
Quelli che ti hanno lasciato l'amaro in bocca, quelli che avresti voluto durassero per sempre, quelli che vorresti solo dimenticare, quelli che sono stato tempo sprecato, quelli che è l'esperienza che conta, quelli che fanno curriculum...

...si ragazze e ragazzi sto parlando di lavoro! Sono una reietta del mondo del lavoro, e adesso come all'indomani dell'ennesima storia d'amore andata a male, come disoccupata sto qui a leccarmi le ferite, a capire cosa fare, a lottare tra la voglia di lasciar perdere e la coscienza che dice dai non disperare, prima o poi...

E forse come l'amore devo smettere di cercarlo che poi lo trovi per caso. Ma mi sa che per me è stato più facile incontrare per caso l'uomo diventato mio marito ad una conferenza stampa, che un lavoro che mi desse da magnà.
Cosa vuole dirmi il fato?
Cosa devo fare?
Come interpretare i segni?
Quanto posso abbrutirmi?
Quando darmi una mossa?

E ho troppa paura di nuove delusioni, questa è la verità!
Non mi fido nè di me nè di qualsiasi altro datore di lavoro.

Se ti lasci scrivi alla posta del cuore, io a chi posso rivolgermi?

6 commenti:

romì ha detto...

non è mica una cattiva idea fondare una posta del lavoro!no veramente. tu saresti megatitolata per farla. e dio solo sa quanto bisogno c'è di una cosa del genere...
perintanto basta abbrutirsi, che mo' arriva l'estate e dobbiamo essere ficherrime. Intanto io mi sono comprata la crema che mi hai consigliato tu, che sei la mia guru estetica. E quindi mo' pure tu ti devi comprare una cosa fika per chiudere il cerchio. Eppoi c'è un matrimonio in vista, urge stoppare abbrutimento e cominciare abbellimento!!!
Cosí giusto per allegerire l'atmosfera.
Che invece ti capisco.
Lo so.
Pat pat.

lacrespa ha detto...

consiglio 1)
se non sai più come si scrive speranza, esercitati che poi ti ritorna in mente
Consiglio 2)
perchè non leccare un bel gelato piuttosto che le proprie ferite, che f anche un po' schifo?
consiglio 3)
fai come ti dice romì e non ti abbruttire, pensa al mare che ti attende, al sole che ti bacerà, all'aperitivo che dobbiamo organizzare e ai progetti da sognare ...che come dice una mia conoscenza , piuttosto che radice,è meglio essere desinenza.

Lola ha detto...

che io sia una guru estetica è tutto dire. Io mi sono messa lo smalto viola sephorà, appena mi passa il ciclo vado a farmi la ceretta (che con il ciclo si soffre di ppiù), domani faccio i capelli, ma vi prego non toglietemi i gelati e i campari ghiacciati dal frigo e il muesli al cioccolato per colazione che potrei morire! o uccidere qualcuno!

romì ha detto...

giammai toglierti i campari ghiacciati (semmai ce li berremo tutte insieme, vero?) e te lo scrivo mentre mangio latte freddo e muslie al cioccolato...
io invece per lo smalto mi sono finalmente concessa il mitico rougenoir!
a prestissimo...
P.S. annagló il medico ha detto che mi deve aspirare il versamento, cioè lo so che tu mi capisci, mi sto cacando addosso, ago nella panza e aspira, volgio morí, giovedí pomeriggio alle 18.00 pensami..

Lola ha detto...

aspetta un momento che mi metto il ghiaccio sulla testa che ho un attimo sbattuto svenendo all'idea, no scherzo
ma ho come un senso di nausea e mi sento la testa pesante e le gambe molli, magari non mi alzo in piedi tutta una volta...
e non ridere che ti saltano i punti. Ti penso, ti penso magari sdraiata!

LaWoodstock ha detto...

Sì daiiiiiiii una posta del lavoro!
Non so se per trovare lavoro sia meglio smettere di cercare, come succede per le storie d'amore... Però so che, come per le storie d'amore, quando inizi una storia con uno saltano fuori chissà da dove mille altri ammiratori: il giorno in cui mi hanno confermata al lavoro, ho ricevuto 3 (tre!) proposte di lavoro :) Assurdo no?
Comunque concordo con Romì: si dia il via all'abbellimento da vacanza!!!!!!!